La Borsa svizzera ha avviato le contrattazioni in territorio negativo, con l'indice SMI dei titoli guida che dopo i primi scambi segna una flessione dello 0,17% a 9.130,39 punti, mentre l'indice complessivo SPI scende dello 0,16% a quota 9.271,94.

Inizio di seduta debole anche per Milano (Ftse Mib -0,20% a 23.133 punti), Londra (FTSE-100 -0,48% a 6.814,16 punti), Parigi (CAC 40 -0,18% a 4.962,22 punti) e Francoforte (Dax -0,41% a 11.286,56 punti).

Ieri sera la Borsa di New York ha chiuso in rialzo, con l'indica Dow Jones che ha guadagnato lo 0,23% a 18.040,97 punti, il Nasdaq lo 0,11% a 5.082,51 punti e l'indice S&P500 lo 0,18% a 2.109,02 punti.

Positiva anche la Borsa di Tokyo che stamane ha terminato gli scambi a +0,12%, in una seduta segnata dall'incertezza sugli sviluppi relativi al negoziato del debito della Grecia dopo il ritiro della delegazione Fmi, sufficienti a neutralizzare i positivi dati sulle vendite al dettaglio Usa di maggio diffusi ieri. L'indice Nikkei, con lo yen tornato a indebolirsi, ha guadagnato 24,11 punti, a quota 20.407,08.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.