Navigation

Borsa svizzera chiude al rialzo; SMI +0,47%

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 agosto 2011 - 18:22
(Keystone-ATS)

Giornata nervosa per la Borsa svizzera, partita in negativo, ma che in finale di seduta ha recuperato terreno sulla scia di Wall Street per poi chiudere al rialzo, con l'indice SMI dei titoli guida a 5'323.12 punti, in crescita dello 0,47%, e l'indice complessivo SPI a quota 4'844.58, in progresso dello 0,41%.

L'attenzione degli operatori era puntata sugli Stati Uniti, dove il Dipartimento del commercio ha rivisto al ribasso (dall'1,3% all'1%) la stima di crescita dell'economia americana nel secondo trimestre dell'anno, e dove vi era viva attesa per il discorso del governatore della Fed, Ben Bernanke.

Bernanke non sembra aver confortato le attese di "maxi" misure a sostegno della congiuntura, sulle quali puntavano da giorni i mercati, ma ha controbilanciato la delusione evocando la possibilità di interventi a settembre. Il governatore ha definito l'attuale tasso di crescita deludente, ma ha anche evidenziato che la ripresa potrebbe accelerare nella seconda metà dell'anno.

Tra le blue chip quotate i titoli finanziari sono stati trascinati in una spirale discendente: UBS ha lasciato sul terreno il 3,05% (a 10,80 franchi), Credit Suisse ha ceduto il 2,81% (a 21,40 franchi), mentre Julius Bär ha contenuto le perdite a -0,46% (a 30,10 franchi). Segno negativo anche per Zurich Financial (-1,57% a 169,40 franchi) e Swiss Re (-1,10% a 39,70 franchi).

I listini sono stati sostenuti dai pesi massimi difensivi, quali Nestlé (+0,73% a 49,95 franchi), Novartis (+1,36% a 45,60 franchi) e Roche (+1,04% a 136,50 franchi).

Quanto ai valori più sensibili ai cicli congiunturali, ABB ha messo a segno una progressione dello 0,75% (a 16,10 franchi). In perdita di velocità invece Adecco (-0,26% a 34,15 franchi) e Holcim (-1,24% a 46,25 franchi). I titoli del lusso, Swatch Group e Richemont, sono progrediti rispettivamente del 2,09% (a 347,50 franchi) e dell'1,25% (a 43,60 franchi).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?