Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ultima giornata di contrattazioni del 2013 negativa oggi per la Borsa svizzera, con l'indice SMI delle blue chip in perdita dello 0,23% a 8202, 98 punti e l'indice completo SPI in arretramento dello 0,16% a 7838 punti. Ad ogni modo, l'anno che sta per chiudersi ha riservato qualche soddisfazione agli investitori: il listino principale è cresciuto globalmente di quasi il 20%, l'incremento maggiore da 8 anni a questa parte.

Stando agli operatori, gli scambi si sono tenuti su bassi livelli, visto che molti di loro hanno deciso di concedersi un lungo ponte vacanziero per l'ultimo dell'anno prima di tornare alla routine quotidiana.

Il mercato ha vissuto una giornata di consolidamento, dopo i guadagni delle ultime sedute. Le vendite sui titoli difensivi e bancari hanno appesantito i listini.

Nestlé ha ceduto lo 0,08% a 65,30 franchi, Roche ha chiuso invariata a 249,20 franchi e Novartis ha perso lo 0,49% a 71,20 franchi. Seguono con segno meno UBS (-0,88% a 16,92 franchi), Credit Suisse (-0,84% a 27,27 franchi), mentre Julius Baer ha messo a segno un risicato +0,09% a 42,84 franchi.

Tra gli assicurativi, Zurich Insurance è progredita dello 0,15% a 258,50 franchi, mentre Swiss Re ha lasciato sul terreno lo 0,79% a 82,05 franchi.

Tra i pochi titoli in crescita si segnalano Holcim (+0,23% a 66,75 franchi) e SGS (+1,53% a 2052 franchi).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS