Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I timori di un rallentamento dell'economia cinese - domani sarà pubblicato l'indice PMI, che dovrebbe attestare una tendenza in questo senso - ha frenato oggi la Borsa svizzera. L'indice principale SMI ha terminato la seduta con un calo dello 0,26% a 8'817.52 punti, quello allargato SPI con una flessione dello 0,24% a 8'702.73 punti. Hanno inciso negativamente anche il peggioramento della fiducia dei consumatori nell'Eurozona in settembre, i dati sulle vendite di case negli Usa in agosto peggiori alle stime degli analisti e l'apertura negativa di Wall Street.

In una seduta molto volatile hanno chiuso in rialzo soltanto Actelion (+0,54% a 112.10 franchi), Zurich (+0,25% a 282.70 franchi), Swatch (+0,11% a 473.70 franchi) e Nestlé (+0,07% a 70.45 franchi). Invariata a 283.20 franchi Roche, mentre Novartis ha perso lo 0,06% a 88.25 franchi.

I cali maggiori sono stati registrati da Transocean (-2,85% a a 31.70 franchi), Holcim (-1,99% a 69.10 franchi), UBS (-1,50% a 16.37 franchi), SGS (-1,48% a 1'995 franchi), Adecco (-1,18% a 67.05 franchi) e Givaudan (-1,03% a 1'532 franchi). La Corte d'appello di Parigi ha oggi confermato la cauzione di 1,1 miliardi di euro imposta a UBS nell'ambito dell'inchiesta in cui la grande banca svizzera, che ha già annunciato ricorso, è accusata di riciclaggio aggravato del provento di frode fiscale.

Nel mercato allargato Sulzer ha ceduto il 4,07% a 124.80 franchi. Il gruppo industriale ha interrotto le trattative in vista di una possibile fusione con il concorrente americano Dresser-Rand, dopo che Siemens ha annunciato nella notte un'offerta da 7,6 miliardi di dollari che ha il sostegno del consiglio di amministrazione dell'azienda texana.

Hochdorf ha guadagnato il 4,89% a 139.50 franchi con l'acquisizione di partecipazioni in alcune aziende lattiere tedesche, mentre Myriad è salita del 2,63% a 5.08 franchi dopo aver messo fine con un accordo extragiudiziale a un contenzioso che durava da ormai quattro anni con il gigante informatico americano Oracle. Da parte sua Cham Paper Group, che ha confermato la soppressione di una cinquantina di impieghi, è scesa dello -0,10% a 251.25 franchi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS