Tutte le notizie in breve

Seduta per lo più in negativo con discesa finale quella odierna per la Borsa svizzera, sulla scia di Wall Street che ha trascinato al ribasso anche l'Europa. L'indice principale SMI cede lo 0,92% a 8'614,86 punti, quello allargato SPI lo 0,89% a 9'554,41 punti.

In assenza di novità aziendali o macroeconomiche i volumi di contrattazione durante la giornata sono stati modesti e non si è potuta osservare una chiara direzione, ha indicato un operatore nel primo pomeriggio. Questa si è però delineata nelle ultime ore di contrattazione in senso negativo.

L'agenzia stampa Reuters fa notare che gli investitori si mostrano più prudenti di fronte alle speranze generate dall'elezione di Donald Trump alla presidenza degli Stati Uniti, all'avvicinarsi di un voto del Congresso su una riforma dell'Obamacare. "Ci sono ancora sempre diversi focolai di insicurezza che possono rendere nervosi", afferma un altro operatore citato dall'agenzia. Inoltre - si fa notare - I mercati sono in una fase di consolidamento che può ancora durare dopo i recenti guadagni.

Tutte le blue chip della Borsa svizzera hanno chiuso in negativo, salvo Givaudan (+0,05% a 1'852 franchi) e Adecco (+0,21 a 70,25 franchi).

Sotto la linea sono i pesi massimi difensivi ritenuti valori sicuri in caso di crisi. Nestlé perde lo 0,45% a 77,10, franchi, Novartis l'1,59% a 74,45 franchi e Roche l'1,19% a 250,10 franchi.

Chiudono male anche i bancari. Credit Suisse scende dell'1,37% 15,12 franchi, UBS dello 0,57% a 15,80. Julius Bär fa meglio, con un -0,06% a 49,28 franchi.

Non si salvano neppure gli assicurativi. Swiss Re perde lo 0,50% a 90,35 franchi, Swiss Life holding lo 0,87% a 320,10, Zurich lo 0,35% a 286 franchi.

Nel listino allargato, tra le aziende che hanno pubblicato cifre relative all'andamento degli affari Vetropack guadagna l'1,88% a 1900 franchi, Partners Group l'1,59% a 542,50 franchi, Schlatter lo 0,74% a 41 franchi, mentre Komax perde il 2,87% a 262,25 franchi. Galenica ha lasciato sul terreno il 3,96% e scende a 1117 franchi dopo che la Commissione della concorrenza (COMCO) ha inflitto una multa di 4,5 milioni di franchi alla sua filiale HCI Solutions per abuso di posizione dominante.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve