Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Giornata a due facce oggi per la borsa svizzera che nel pomeriggio, sospinta dalla buona apertura di Wall street, ha riassorbito le perdite del mattino, con l'indice delle blue chip SMI che è terminato in chiusura a 6099,2 punti, in crescita dello 0,60%. Sul mercato allargato, l'SPI ha messo a segno un guadagno dello 0,57% a 5388,17 punti.
Stando agli operatori, ad influire positivamente sugli scambi - dopo le prese di guadagno di stamane - sono state anche le notizie sul contenuto degli stress test delle banche europee, fatto che ha spinto gli investitori ad acquistare titoli finanziari dal momento che le condizioni poste agli istituti di credito non sembrano insuperabili.
In positivo anche gli assicurativi, con ZFS in crescita dello 0,50% a 242 franchi e Swiss Re dell'1,33% a 45,81 franchi.
Tra i valori ciclici, ABB ha chiuso in territorio positivo crescendo dello 0,37% a 19,05 franchi, mentre Holcim ha aggravato le perdite finendo a 69,4 franchi, pari a una flessione del 2,53%. Richemont, dopo il balzo di ieri, ha perso l'1,16% a 38,19 franchi e Swatch lo 0,26% a 304,6 franchi.
Tra i pesi massimi, Novartis ha guadagnato lo 0,39% a 51,5 franchi e Roche lo 0,68% a 147,8 franchi. Nestlé si è ripresa nel pomeriggio, mettendo a segno un +0,68% a 51,5 franchi.
Circa Novartis, è di oggi la notizia che il gruppo Alcon, leader mondiale nell'oftalmologia che sarà ben presto controllato dal gigante basilese, ha rilevato la società americana LenSx Lasers, attiva nella tecnologia laser, per un ammontare di 361,5 milioni di dollari (384 milioni di franchi). Sempre riguardo a Novartis, un tribunale d'appello dello stato di New York ha sancito che il gruppo farmaceutico basilese dovrà indennizzare 2500 ex rappresentanti medici per ore supplementari di lavoro svolte.
La Corte ha così annullato la sentenza di primo grado, che era risultata favorevole alla Novartis e contro la quale era stato inoltrato ricorso. La vicenda dovrà essere giudicata di nuovo.
L'azione di Swisscom è salita dello 0,74% a 381,2 franchi. Oggi il CEO Carsten Schloter ha detto a "Finanz und Wirtschaft" che la filiale italiana Fastweb sta rispettando gli obiettivi 2010, mentre gli affari in Svizzera evolvono in maniera molto positiva.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS