Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - La Borsa svizzera archivia l'ultima giornata di contrattazioni della settimana con un calo: l'SMI chiude in flessione dello 0,80% a 6838.95 punti, l'SPI dello 0,66% a 5974.36 punti. In assenza di notizie di rilievo riguardanti le blue chip, la seduta è stata piuttosto tranquilla.
Sull'indice delle blue chip hanno influito negativamente soprattutto i pesi massimi difensivi Novartis (-1,46% a 57.55 franchi), Roche (-1,85% a 169.90 franchi) e Nestlé (-0,65% a 53.75 franchi). In netta flessione anche Holcim (-1,26% a 78.30 franchi). Tra i bancari, Credit Suisse scende dello 0,83% a 53.55 franchi, mentre UBS guadagna lo 0,67% a 16.58 franchi e Julius Bär lo 0,40% a 37.75 franchi. Positivi i titoli assicurativi, con Swiss Re che sale dell'1,29% a 50.90 franchi e Zurich Financial Services dello 0,45% a 267.80 franchi. Swiss Life termina invariata a 136.70 franchi.
Nell'indice allargato, tra le società che hanno pubblicato oggi i risultati dell'esercizio 2009, COS Computer Systems lascia sul terreno il 5,08% a 6.91 franchi, mentre la ticinese Interroll segna una progressione dello 0,67% a 300 franchi, Warteck Invest dello 0,59% a 1710 franchi e Dufry dello 0,36% a 83.50 franchi.
Da segnalare inoltre che Acino cede il 5,86% a 158.90 franchi a causa della raccomandazione del Comitato per i medicinali per uso umano dell'Agenzia europea per il controllo sui farmaci di ritirare dal mercato certe confezioni del Clopidogrel (un generico dell'anticoagulante Plavix della Sanofi-Aventis), prodotto in India per conto del gruppo farmaceutico basilese. All'origine della decisione vi sono manchevolezze nella fabbricazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS