Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Giornata negativa oggi per i listini alla Borsa svizzera, fiaccata dai timori per quanto sta accadendo in Spagna e Italia a livello politico. La decisione della Bce di lasciare i tassi invariati e l'esordio negativo a Wall Street hanno depresso ancora di più il corso delle azioni nel pomeriggio. In chiusura, l'indice guida SMI ha lasciato sul terreno l'1,30% a 7337,05 punti. L'indice completo SPI si è fermato a 6755,55 punti, in perdita dell'1,17%.

Osservate speciali oggi Credit Suisse e Swisscom. Dopo i guadagni messi a segno nella prima parte della giornata, il titolo del CS ha terminato in forte flessione finendo a 26,16 franchi, in arretramento del 3,11%.

La grande banca ha chiuso l'esercizio 2012 con un utile netto di 1,48 miliardi di franchi, contro gli 1,95 miliardi dell'analogo periodo precedente. Stando ad operatori citati dalla reuters, molti investitori esteri si sono sbarazzati del titolo CS dopo gli incrementi degli scorsi giorni.

Tra gli altri titoli bancari, Ubs ha ceduto il 2,16% a 15,39 franchi, mentre Julius Baer ha guadagnato lo 0,22% a 36,60 franchi. Tra gli assicurativi, Zurich Insurance ha ceduto l'1,70% a 254,50 franchi e Swiss Re l'1,55% a 69,65 franchi.

L'azione di Swisscom è scesa dell'1,01% a 400,60 franchi. L'operatore telecom ha migliorato del 153,9% il suo utile netto passato da 694 milioni di franchi del 2011 a 1,76 miliardi di franchi nel 2012. Il fatturato della società controllata dalla Confederazione è stato di 11,38 miliardi in calo dello 0,7% su un anno.

Hanno appesantito i listini le vendite sui titoli difensivi, oggetto di prese di guadagno. Novartis ha ceduto lo 0,64% a 62,35 franchi, Roche il 2,18% a 197,40 franchi e Nestlé l'1,01% a 63,50 franchi.

Prese di beneficio anche su Richemont (-2,77% a 73,75 franchi) e Swatch (-2,91% a 518 franchi). Stando alla reuters, sugli investitori ha pesato il timore che il governo cinesi vieti la pubblicità alla radio per beni di lusso.

Tra i pochi titoli in crescita si è illustrata Givaudan, che ha guadagnato il 3,50% a 1094 franchi.

Tra i titoli ciclici, ABB ha perso lo 0,72% a 19,20 franchi. Oggi, l'azienda ha reso noto si aver ottenuto una commessa dalla società di Singapore Jurong Shipyard per un valore di 160 milioni di dollari (145,6 milioni di franchi). Ieri, invece, il gruppo tecnologico aveva annunciato la firma con Bonneville Power Administration (BPA) - entità che si occupa del mercato dell'elettricità in seno al Dipartimento Usa dell'energia - di un contratto del valore di oltre 260 milioni di dollari (237,5 milioni di franchi).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS