Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo un avvio in chiaro rialzo, da metà mattinata i listini della Borsa svizzera hanno continuato a oscillare attorno alla parità. Il volume delle contrattazioni è stato modesto. Alla fine l'indice principale SMI ha chiuso la seduta con un -0,09% a 8'554.52 punti, mentre quello allargato ha lasciato sul terreno lo 0,06% a 8'455.66 punti.

Tutti negativi i bancari - con UBS in calo dello 0,73% a 16.27 franchi, Credit Suisse dello 0,24% a 25.36 franchi e Julius Bär dello 0,22% a 36.56 franchi - e gli assicurativi: Swiss Re ha ceduto lo 0,75% a 78.90 franchi, Zurich lo 0,48% a 267.30 franchi. In forte flessione Syngenta (-0,96% a 330.30 franchi), dopo che JPMorgan ha abbassato la sua raccomandazione da "underweight" a "neutral", Swisscom (pure 0,96% a 515.50 franchi) e SGS (-0,89% a 2'125 franchi).

Senza una tendenza chiara i titoli più sensibili alla congiuntura - con Adecco (+0,34% a 73 franchi), Geberit (+0,06% a 311.30 franchi) e ABB (+0,05% a 20.42 franchi) in progressione mentre Holcim ha perso lo 0,45% a 77.95 franchi e il lusso, con Richemont salita dello 0,11% a 93.05 franchi e Swatch in calo dello 0,28% a 535.50 franchi. Quanto ai pesi massimi difensivi, negative Nestlé (-0,07% a 68.70 franchi) e Novartis (-0,19% a 80.30 franchi); Roche (+0,46% a 264.50 franchi) ha invece sostenuto il listino.

Nel mercato allargato da segnalare il rialzo di Meyer Burger (+1,47% a 13.85 franchi) in seguito all'annuncio di tre importanti contratti da clienti in Asia per un ammontare complessivo di oltre 25 milioni di franchi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS