Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In attesa della fine della riunione della Federal Reserve americana e di conoscere le sue decisioni su politica monetaria e costo del denaro, la Borsa svizzera, che durante la mattina era rimasta positiva nel primo pomeriggio è diventata più prudente e ha invertito la rotta portandosi sotto la linea di demarcazione. Al termine delle contrattazioni l'indice guida SMI ha ceduto lo 0,12% a 8657,27 punti e quello allargato SPI scendeva dello 0,05% a 8546,77 punti.

Dagli Stati Uniti si è appreso che nel primo trimestre dell'anno il deficit corrente americano è salito a 111,16 miliardi di dollari, mentre era atteso un incremento a "soli" 96,9 miliardi dollari.

Durante la seduta pomeridiana, molti dei 20 principali titoli sono passati in negativo. È il caso dei farmaceutici. Roche ha chiuso con un -0,38% a 265,00 franchi. Il gruppo basilese ha ottenuto l'omologazione per il farmaco antitumorale Gazyvaro da parte dell'Istituto svizzero per gli agenti terapeutici (Swissmedic). Novartis (-0,19% a 80,70 franchi) ha reso noto di voler migliorare la sua redditività, attraverso nuove strutture e misure che permetteranno di creare sinergie a livello di gruppo e di divisione.

Nestlé è rimasta quasi invariata (-0,07% a 69,25 franchi).

Se si esclude Julius Baer (-0,56% a 37,16 franchi), tutti i titoli finanziari hanno registrato un andamento positivo: UBS è rimasta invariata a 17,40 franchi, CS ha guadagnato lo 0,22% a 27,26 franchi, Zurich lo 0,26 a 266,10 franchi e Swiss Re lo 0,63% a 80 franchi.

Tra le azioni più legate alla congiuntura, ABB ha ceduto lo 0,38% a 20,83 franchi, Adecco lo 0,94% a 73,85 franchi, mentre Holcim ha messo a segno un +0,25% portandosi a 81 franchi e Geberit un modesto +0,03% a 306,80 franchi. Dopo i forti aumenti dei giorni scorsi, Actelion ha ceduto oggi il 3,06% a 107,70 franchi in seguito a presa di benefici. In ribasso anche Transocean (-0,20% a 40,22 franchi).

Il risultato migliore lo ha registrato Givaudan (+1,77% a 1493,00 franchi ). Bene anche Swatch +0,38% a 532 franchi e Richemont (+0,27% a 92,65 franchi).

SDA-ATS