Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - I Dati macroeconomici americani negativi riguardanti la disoccupazione e l'andamento del comparto manifatturiero hanno depresso oggi gli scambi alla borsa svizzera. Al termine delle contrattazioni, l'indice guida SMI ha ceduto l'1,28% a 6281,35 punti. Sul mercato allargato, l'indice SPI ha lasciato sul terreno l'1,16% a 5554,58 punti.
Le richieste di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti sono salite la scorsa settimana di 12.000 unità a quota 500.000, ai massimi dal 14 novembre scorso. Gli analisti stimavano richieste comprese fra 460.000 e 495.000 unità. L'indice Fed di Philadelphia, che monitora l'attività del comparto manifatturiero nel distretto industriale statunitense, si è attestato in agosto a -7,7 contro il 5,1 di luglio. Il dato è peggiore delle attese degli analisti. Queste informazioni hanno rafforzato i dubbi degli investitori circa la tenuta della ripresa congiunturale negli Stati Uniti.
Occhi puntati oggi su Holcim, il cui titolo è risultato in calo del 6,28% a 63,45 franchi. L'utile netto del gigante del cemento ha registrato una flessione del 24,9%, a 611 milioni di franchi, nel primo semestre, rispetto allo stesso periodo del 2009. Motivo: un onere fiscale eccezionale di 186 milioni. Le vendite sono aumentate dell'8,1% a 10,9 miliardi di franchi. Per quanto riguarda le prospettive, Holcim rileva che lo sviluppo economico in Europa e nel Nordamerica è ancora molto incerto. Le cifre pubblicate oggi hanno deluso gli analisti, i quali sottolineano che Holcim è vaga circa le prospettive future per l'azienda.
L'altro titolo ciclico di peso, ABB, ha chiuso in calo del 2,03% a 20,22 franchi. Adecco è arretrato del 3,26% a 50,4 franchi dopo un giudizio di Goldman Sachs.
I bancari hanno in parte contenuto le perdite. UBS è in discesa dello 0,11% a 17,45 franchi, mentre il Credit Suisse ha ceduto l'1,85% a 46,06 franchi. Julius Baer ha terminato in flessione dello 0,38% a 36,51 franchi. Tra gli assicurativi, ZFS ha perso l'1,79% a 230,3 franchi e Swiss Re l'1,56% a 43,68 franchi.
In flessione anche i titoli difensivi. Roche è arretrata dell'1,46% a 141,3 franchi, Novartis dell'1,40% a 52,65 franchi e Nestlé dello 0,38% a 53 franchi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS