Navigation

Borsa svizzera chiude in positivo, SMI +0,33%

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 gennaio 2020 - 17:42
(Keystone-ATS)

La Borsa svizzera ha chiuso l'ultima seduta della settimana in territorio positivo: l'indice SMI dei principali titoli ha segnato una progressione dello 0,33% a 10'849,75 punti, mentre l'indice complessivo SPI è salito dello 0,44% a quota 13'162,09 punti.

I timori legati alla diffusione del coronavirus proveniente dalla Cina, dopo l'ultimo caso accertato in Giappone, non hanno influenzato i mercati azionari, che hanno invece approfittato dei dati superiori alle attese degli indici Markit sulla fiducia dei manager in Francia, Germania e nell'Ue.

Sul fronte interno hanno attirato l'attenzione Givaudan (+2,04% a 3'154,00 franchi), che ha pubblicato i risultati del 2019, e Roche (-1,19% a 323,50 franchi), maglia nera di giornata dopo aver comunicato di non essere riuscita a dimostrare un criterio chiave in uno studio clinico di fase III per il farmaco Tecentriq.

In territorio negativo anche Lonza (-0,68% a 395,10 franchi) e Novartis (-0,29% a 91,55 franchi), mentre tutti gli altri titoli hanno terminato al di sopra della soglia di parità.

A sostenere il listino è stato così il peso massimo difensivo Nestlé (+0,52% a 108,90 franchi), che ha siglato un partenariato con aziende canadesi per prodotti sostitutivi della carne. Tra i bancari, bene Credit Suisse (+1,03% a 13,20 franchi) e UBS (+0,94% a 12,395 franchi).

Nel segmento del lusso Richemont (+1,09% a 75,72 franchi) si è mostrata decisamente più pimpante di Swatch (+0,19% a 260,00 franchi), mentre gli assicurativi Zurich (+1,47% a 413,00 franchi), Swiss Life (+1,34% a 499,70 franchi) e Swiss Re (+1,14% a 111,05 franchi) hanno registrato una buona seduta.

In ordine sparso, ma tutti in positivo, ABB (+2,05% a 23,41 franchi), Adecco (+1,75% a 60,32 franchi), Geberit (+1,59% a 523,20 franchi), LafargeHolcim (+0,43%, a 51,94 franchi), SGS (+2,10% a 2'766,00 franchi), Sika (+1,31% a 181,65 franchi) e Swisscom (+1,25% franchi a 534,40 franchi).

Sul mercato allargato sono state molto ricercate Starrag (+4,17% a 50,00 franchi), che ha registrato un aumento del fatturato del 7% nel 2019, e Helvetia (+2,27% a 144,00 franchi), dopo aver annunciato di voler acquisire la compagnia di assicurazioni spagnola Caser.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.