Seduta complessivamente in rialzo per la Borsa svizzera. L'SMI ha guadagnato lo 0,21% a 8'917.80 punti, l'SPI lo 0,28% a 10'275.35 punti.

L'indice principale è stato appesantito da Nestlé (-2,10% a 75.70 franchi) che ha annunciato stamattina di aver registrato nel 2017 un utile netto in calo del 15,8% su base annua a 7,2 miliardi di franchi. Il giro d'affari è aumentato dello 0,4% a 89,8 miliardi. La performance è inferiore alle attese degli analisti.

In lieve flessione anche Swisscom (-0,08% a 510.00 franchi) e Givaudan (-0,05% a 2'140.00 franchi) mentre tutti gli altri titoli hanno terminato in rialzo. In forte crescita Lonza (+2,19% a 242.70 franchi), i ciclici ABB (+1,91% a 23.43 franchi), Sika (+1,85% a 7'700.00 franchi), Adecco (+1,81% a 74.26 franchi), Geberit (+1,30% a 421.70 franchi) e LafargeHolcim (+1,15% a 54.40 franchi) nonché il lusso, con Swatch che segna un +1,31% a 408.90 franchi e Richemont un +1,19% a 85.00 franchi.

Bene tra i bancari anche Julius Bär (+1,26% a 61.30 franchi), mentre si sono un po' spente nel corso della giornata UBS (+0,60% a 17.65 franchi) e Credit Suisse (+0,61% a 17.22 franchi). I pesi massimi difensivi Novartis e Roche sono saliti dello 0,35% a 79.62 franchi rispettivamente dello 0,36% a 223.40 franchi.

Sul listino allargato, dopo la pubblicazione dei conti annuali Tornos è salita del 4,47% a 9.34 franchi, Phoenix Mecano del 3,90% a 639.00 franchi, Straumann dell'1,84% a 665.00 franchi e la Banca cantonale vodese dello 0,39% a 767.00 franchi.

Santhera è avanzata del 5,61% a 29.20 franchi dopo aver comunicato di aver acquisito una licenza esclusiva mondiale per lo sviluppo e la commercializzazione di un medicinale per patologie polmonari. Da parte sua Addex è cresciuta dell'8,39% a 3.23 franchi dopo aver annunciato un aumento di capitale da 40 milioni di franchi.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.