La borsa svizzera chiude con una seduta in lieve rialzo una settimana movimentata: l'indice dei valori guida SMI ha terminato a 9346,56 punti, in progressione dello 0,23% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI ha guadagnato lo 0,24% a 9485,21 punti.

Dopo i pesanti arretramenti di metà settimana e archiviata la giornata di giovedì con forti guadagni il mercato si è fatto oggi circospetto: con l'avvicinarsi del weekend gli investitori hanno avuto chiaramente tendenza a rifuggire i rischi. Lo shock provocato dall'inattesa svalutazione dello yuan non è infatti ancora stato completamente superato, sebbene la situazione sembra essersi stabilizzata.

Nel frattempo la crisi greca è tornata in primo piano, con la riunione dell'Eurogruppo chiamata ad approvare il terzo programma di aiuti. Ma la giornata odierna è stata soprattutto caratterizzata dalla pubblicazione di vari dati macroeconomici in Europa e negli Usa, che non hanno peraltro inciso in modo eccessivo sui corsi.

Sul fronte interno scarseggiavano le notizie di rilievo riguardanti le blue chip. Adecco (+1,08% a 79,30 franchi) ha approfittato delle raccomandazioni degli analisti delle banche e ha sovrastato quindi altri valori particolarmente sensibili alla congiuntura come ABB (-0,66% a 19,50 franchi), Geberit (+0,47% a 322,30 franchi) e LafargeHolcim (-1,28% a 65,65 franchi). In rosso hanno finito anche Swatch (-0,33% a 396,20 franchi) e Richemont (-0,58% a 77,45 franchi).

Sono arretrati rispetto ai massimi di seduta i bancari UBS (-0,19% a 21,51 franchi), Credit Suisse (-0,26% a 27,27 franchi) e Julius Bär (-0,10% a 52,50 franchi). Nel comparto assicurativo Zurich (-0,31% a 287,40 franchi) è apparsa più in difficoltà di Swiss Re (+0,17% a 87,00 franchi).

Nestlé (+1,08% a 74,95 franchi) ha proseguito l'ascesa avviata ieri dopo la pubblicazione dei semestrali e si è dimostrata più tonica degli altri due pesi massimi difensivi, Novartis (+0,40% a 100,10 franchi) e Roche (+0,04% a 276,00 franchi).

Per completare il quadro occorre menzionare anche Actelion (-0,44% a 137,30 franchi), Givaudan (-0,68% a 1746,00 franchi), SGS (+0,34% a 1796,00 franchi), Swisscom (-0,18% a 559,00 franchi), Syngenta (+0,64% a 395,00 franchi) e Transocean (-2,65% a 13,57 franchi).

Nel mercato allargato hanno pubblicato il loro bilancio intermedio Swiss Life (+1,63% a 237,50 franchi), Schindler (+0,98% a 155,30 franchi), Phoenix Mecano (-0,41% a 484,50 franchi), Dätwyler (+0,58% a 120,80 franchi) e Basilea (+1,54% a 105,60 franchi).

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.