Passata un prima ora di scambi incerti, la Borsa svizzera si è rinvigorita dopo il dato complessivo sulla fiducia dei manager dell'Ue nei settori manifatturiero e dei servizi, salito a dispetto delle attese. Sul finale di seduta i listini hanno ridotto i guadagni, terminando comunque in territorio positivo. L'SMI ha chiuso con +0,37% a 8'637.01 punti, l'SPI pure con +0,37% a 8'547.68 punti.

Tra le blue chip in evidenza Roche, che ha pubblicato oggi i conti semestrali ed è salita dello 0,64% a 268.20 franchi. L'altro gigante farmaceutico Novartis è cresciuto dello 0,25% a 80.40 franchi mentre il terzo peso massimo difensivo, Nestlé, ha chiuso invariato a 69.85 franchi.

Sotto i riflettori oggi pure Swatch, arrivata a guadagnare il 4% in mattinata e che ha chiuso con un rialzo del 0,82% a 504 franchi in seguito a voci su una possibile cooperazione con Apple per la realizzazione di uno smartwatch.

Hanno inoltre realizzato un solido guadagno Syngenta (+1,51% a 328.50 franchi), ABB (+1,50% a 21.71 franchi), UBS (+1,03% a 16.67 franchi), Geberit (+0,90% a 314.20 franchi), Adecco (+0,86% a 70.70 franchi), Givaudan (+0,86% a 1'518 franchi), Actelion (+0,63% a 112.20 franchi) e Credit Suisse (+0,62% a 25.93 franchi).

In forte flessione la sempre volatile Transocean (-2,46% a 38.13 franchi) nonché SGS (-0,69% a 2'022 franchi), Richemont (-0,61% a 90.25 franchi) e Holcim (-0,13% a 77.35 franchi).

Nel mercato allargato da segnalare le sensibili variazioni delle aziende che hanno a loro volta reso noto oggi le cifre semestrali: Logitech è progredita di ben il 14,88% a 13.90 franchi, Lonza del 5,14% a 100.20 franchi mentre Leonteq ha lasciato sul terreno il 14,29% a 180 franchi. In flessione pure Compagnie Financière Tradition (-1,23% a 44 franchi).

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.