Navigation

Borsa svizzera chiude in rialzo, SMI +2,19%

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 novembre 2011 - 17:47
(Keystone-ATS)

Giornata positiva per la borsa svizzera, che come le altre piazze ha assai gradito la mossa concertata delle banche centrali in soccorso della finanza. L'indice dei valori guida SMI ha terminato a 5652,31 punti (+2,19% rispetto a ieri), mentre il listino globale SPI ha guadagnato il 2,29% a 5131,31 punti.

L'inatteso annuncio di un'azione coordinata da parte dei grandi istituti centrali (fra cui la BNS) per facilitare l'accesso delle banche alla liquidità è stato accolto con favore dal mercato elvetico: sebbene non vi sia stata l'euforia che ha regnato altrove i corsi sono nettamente saliti e altrettanto hanno fatto i volumi di scambio.

La seduta era peraltro partita male, sulla scia del ribasso, operato da Standard & Poor's, del rating di numerose banche, fra cui UBS (+4,68% a 11,18 franchi) e - per quanto riguarda la prospettiva - Credit Suisse (+4,67% a 21,96 franchi).

Sul fronte interno gli occhi erano però puntati - oltre che sui valori bancari - anche su Transocean (+0,69% a 39,47 franchi), che ha fissato il prezzo d'emissione delle nuove azioni, un'operazione da un miliardo di dollari destinata a rifinanziare parzialmente l'acquisizione del concorrente norvegese Aker Drilling. L'annuncio dell'aumento di capitale aveva già ieri messo sotto pressione il titolo, che aveva perso quasi il 9%.

La nuova pioggia di liquidità decisa dalle banche centrali ha messo le ali ai titoli più legati alla congiuntura quali ABB (+5,11% a 17,28 franchi), Holcim (+3,35% a 50,85 franchi) e Adecco (+4,98% a 39,42 franchi), come pure al segmento del lusso, con Richemont (+5,31% a 49,21 franchi) un passo davanti a Swatch (+3,88% a 353,70 franchi).

Fra i difensivi i guadagni sono rimasti contenuti per Novartis (+0,78% a 49,21 franchi) e Nestlé (+0,89% a 51,15 franchi), mentre fin dall'inizio tonica è apparsa Roche (+2,40% a 145,00 franchi), favorita da un articolo odierno di "Finanz und Wirtschaft" sui suoi prodotti in fase di realizzazione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?