Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera chiude la settimana in territorio negativo con l'indice SMI dei titoli guida a 8'374.47 punti, in flessione dello 0,41%, mentre l'indice complessivo SPI cede lo 0,33% e scivola a quota 8'234.99.

Decisivi sono stati per i mercati i timori di un ulteriore aggravamento della crisi in Ucraina mentre il dato sulla fiducia dei consumatori USA, pur risultando superiore alle attese degli analisti, non ha avuto effetto alcuno. Hanno invece contribuito ad ampliare le perdite i risultati trimestrali di società americane come Amazon e Ford, giudicati deludenti.

Lo SMI è stato trascinato verso il basso dai pesi massimi Nestlé (-0,52% a 66.85 franchi), Novartis (-0,33% a 74.55 franchi; già ieri il titolo aveva perso l'1,90% dopo la pubblicazione dei risultati trimestrali) e in misura minore da Roche (-0,16% a 254.80 franchi). Poco mossa la società biotecnologica Actelion (-0,06 a 85.70 franchi).

L'escalation delle tensioni in Ucraina si è fatta sentire sui titoli bancari che hanno lasciato sul terreno oltre l'1% (UBS -1,43% a 17.87 franchi; Credit Suisse -1,01% a 27.37 franchi; Julius Bär pure -1,01% a 40.34 franchi).

Per nulla toniche le aziende più esposte ai cicli congiunturali, con ABB che è arretrata dello 0,26% (a 22.94 franchi), Adecco dell'1,58% (a 71.60 franchi) e Holcim dello 0,76% (a 78.80 franchi), mentre Geberit è rimasta sostanzialmente stabile (-0,07% a 282.10 franchi). In controtendenza tra le bue chip solo Transocean, che ha fatto un balzo del 2,48% (a 38.02 franchi).

Sul mercato allargato PubliGroup ha messo a segno un'impennata dopo che Swisscom ha sottoposto all'impresa vodese, a cui si interessa anche il gruppo editoriale Tamedia, un'offerta d'acquisto non vincolante di 230 milioni di franchi per rilevare il portale internet di elenchi telefonici local.ch. Il titolo in borsa, che già nei giorni scorsi era progredito di oltre il 20%, ha guadagnato il 9,21% (a 173.20 franchi).

SDA-ATS