Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Seduta negativa per la Borsa svizzera, che ha chiuso con l'indice SMI dei titoli guida in arretramento dell'1,12% a 8'954,68 punti, mentre l'indice complessivo SPI ha ceduto lo 0,51% a quota 8'920,22.

I mercati, in attesa dell'avvio del quantitative easing della Banca centrale europea, sono stati inizialmente sostenuti dai risultati record di ieri di Wall Street, ma poi hanno prevalso gli ordini di vendita in relazione anche al monito dell'agenzia Fitch, secondo la quale un aumento dei rischi di deflazione potrebbe portare a un declassamento di alcuni paesi dell'Eurozona.

Lo SMI è stato appesantito dal gigante della farmaceutica Novartis, negoziato senza cedola del dividendo. In borsa il titolo ha perso il 3,06% (a 95.00 franchi). Di segno negativo pure la concorrente Roche (-0,38% a 260.00 franchi), la cui assemblea ha approvato oggi i salari e i bonus versati ai dirigenti. Non è sfuggito al movimento al ribasso nemmeno il colosso dell'alimentare Nestlé (-0,27% a 74.60 franchi).

Tra i bancari solo UBS (+0,36% a 16.83 franchi) è rimasta al di sopra della soglia della parità: Credit Suisse è scivolata dell'1,16% (a 22.95 franchi) e Julius Bär dell'1,25% (a 43.56 franchi).

Deboli tutti i titoli maggiormente esposti ai cicli congiunturali con perdite superiori al punto percentuale, ad eccezione di Holcim che è rimasta ferma sulle quotazioni di ieri (a 73.40 franchi) Nel segmento del lusso Swatch ha fatto un tonfo del 2,46% (a 424.90 franchi). In netta controtendenza rispetto all'andamento del mercato la volatile Transocean, che ha messo a segno un progresso del 4,47% (a 15.88 franchi).

Sul mercato allargato GAM Holding, che nello scorso anno ha raccolto meno capitali di quanto preventivato, ha subito una flessione del 6,99% (a 17.30 franchi). Swissquote, che oggi ha presentato per il 2014 ricavi record e un utile raddoppiato rispetto all'esercizio precedente, ha allungato il passo del 3,81% (a 28.60 franchi). In ascesa anche Dätwyler (+1,61% a 126.30 franchi): il gruppo industriale urano ha annunciato che verserà in occasione del giubileo dei 100 anni d'esistenza un dividendo straordinario.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS