Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La borsa svizzera ha chiuso con l'indice SMI dei titoli guida in leggera flessione dello 0,03% a quota 8'510,56, mentre l'indice complessivo SPI non ha registrato variazioni rispetto a ieri e si è attestato a 8'680.07 punti.

I mercati hanno avviato la giornata positivamente, ma con il passare delle ore sono giunti segnali macroeconomici poco confortanti riguardanti l'Eurozona. La pubblicazione dell'indice svizzero dei responsabili degli acquisti (PMI) è risultato nettamente inferiore alle previsioni, ma a pesare è stato soprattutto l'indice Ism manifatturiero degli Stati Uniti, che è calato in settembre oltre le attese degli analisti. Sotto le aspettative anche il dato USA relativo alle richieste di sussidi alla disoccupazione.

Il KOF, che ha rivisto al rialzo le previsioni di crescita dell'economia svizzera per quest'anno e per il 2016, non ha contribuito a rasserenare gli animi.

Sulla piazza zurighese sono molti i titoli che non sono riusciti a mantenersi a galla: tra i pesi massimi considerati più resistenti, Novartis ha ceduto lo 0,28% (a 89.15 franchi), mentre il il colosso dell'alimentare Nestlé è rimasto fermo al palo (a 73.25 franchi). In lieve progresso Roche, salita dello 0,12% a 257.30 franchi.

Poco tonica tra i bancari Credit Suisse (+0,04% a 23.43 franchi), ma hanno allungato il passo UBS (+1,17% a 18.22 franchi) e soprattutto Julius Bär (+2,44% a 45.30 franchi). Deboli sono apparsi sia il segmento del lusso (Swatch -0,22% a 360.20 franchi; Richemont -0,40% a 75.40 franchi), sia gli assicurativi (Zurich Insurance -0,46% a 238.10 franchi; Swiss Re -0,12% a 83.50 franchi), sia ancora i titoli più esposti alle variazioni congiunturali, ad eccezione di LafargeHolcim, che ha spuntato un +0,10% (a 51.10 franchi).

Transocean, dopo la risalita del prezzo del petrolio in scia a timori di una escalation militare in Siria, ha chiuso in crescita dello 0,88% (a 12.60 franchi). Maglia nera della giornata è stata Givaudan (-1,96% a 1'554.00 franchi).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS