Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Borsa svizzera chiude negativa, SMI -1,39%

Seduta interamente negativa per la Borsa svizzera, sempre sulla scia delle preoccupazioni legate alle trattative tra la Grecia e i suoi creditori. L'indice principale SMI ha ceduto l'1,39% a 9'105.02 punti, quello allargato SPI l'1,35% a 9'253.47 punti.

Il tiramolla si sta evolvendo verso "un'odissea senza fine", ha indicato un operatore. La seduta era già partita male dopo che ieri sera il Fondo monetario internazionale ha comunicato che Atene non pagherà oggi la tranche dovuta ma raggrupperà i quattro pagamenti di giugno in un unico esborso a fine mese, come il regolamento del Fondo consente.

Ha così avuto poco influsso l'annuncio nel primo pomeriggio che il mese scorso l'economia americana ha creato 280.000 posti di lavoro, oltre ai 225.000 attesi dagli analisti. Il tasso di disoccupazione è salito al 5,5% dal 5,4% di aprile, a causa del maggior numero di persone che si sono immesse nel mercato del lavoro. Gli esperti prospettavano un dato invariato.

Tra le blue chip elvetiche in forte calo Syngenta (-3,26% a 412.80 franchi), che dopo essere salita nettamente ieri oggi ha scontato l'aumentato scetticismo in relazione a possibili acquisizioni da parte di Monsanto o BASF. Molto male anche Richemont (-2,05% a 78.80 franchi).

Ma a pesare maggiormente sul listino sono stati i pesi massimi difensivi, con Nestlé in flessione dell'1,54% a 70.10 franchi, Novartis dell'1,24% a 95.40 franchi e Roche dell'1,38% a 271.50 franchi. In chiara contrazione pure i bancari: UBS ha perso l'1,65% a 20.26 franchi, Credit Suisse l'1,60% a 25.87 franchi e Julius Bär l'1,92% a 50.95 franchi.

Tra i titoli più sensibili alle variazioni congiunturali Geberit è scesa dell'1,64% a 335.10 franchi, Holcim dell'1,30% a 71.85 franchi, ABB dell'1,06% a 21.54 franchi e Adecco dello 0,94% a 74.10 franchi. Anche Swisscom ha perso oltre un punto percentuale (-1,12% a 530.50 franchi).

Hanno terminato le contrattazioni sopra la linea di demarcazione soltanto Swiss Re (+0,29% a 85 franchi) e la sempre volatile Transocean (+2,12% a 17.82 franchi).

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.