Navigation

Borsa svizzera chiude positiva, SMI +0,68%

A lungo indecisa, la Borsa svizzera ha chiuso oggi in progressione. (immagine simbolica) Keystone/ENNIO LEANZA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 25 giugno 2020 - 18:07
(Keystone-ATS)

Dopo un avvio in calo gli indici della Borsa svizzera hanno continuato a cambiare direzione per il resto della seduta per infine chiudere in territorio positivo. L'SMI segna un +0,68% a 10'089.83 punti e l'SPI un +0,43% a 12'469.44 punti.

Tra le blue chip in evidenza i bancari UBS (+2,30% a 10.69 franchi) e Credit Suisse (+1,31% a 9.618 franchi) e gli assicurativi Swiss Life (+1,33% a 349.80 franchi), Zurich (+0,95% a 330.60 franchi) e Swiss Re (+0,94% a 72.70 franchi).

Bene anche Roche (+1,57% a 337.40 franchi), Givaudan (+1,09% a 3'423.00 franchi), Lonza (+0,96% a 496.70 franchi), Swisscom (+0,87% a 496.80 franchi) e Sika (+0,88% a 182.65 franchi)

Hanno terminato le contrattazioni in rialzo anche i pesi massimi difensivi Nestlé (+0,44% a 105.24 franchi) e Novartis (+0,23% a 84.60 franchi). Per contro hanno chiuso in calo Alcon (-1,13% a 54.06 franchi), Richemont (-0,82% a 60.36 franchi) e Geberit (-0,73% a 462.90 franchi).

Scorporata dal gruppo Metall Zug, V-Zug ha fatto oggi il suo debutto in Borsa chiudendo a 78.15 franchi, il 10,07% in più dell'apertura, valorizzando la società a circa 502,5 milioni, a fronte di un valore puramente contabile pari a 351 milioni.

La fissazione del prezzo non era avvenuta a priori tramite un'offerta pubblica iniziale o l'esercitazione di un diritto privilegiato di sottoscrizione: V-Zug rimane per quasi il 30% di proprietà di Metall Zug, mentre la quota restante ai detentori di azioni di quest'ultima.

Nel mercato allargato in forte calo AMS (-16,07% a 14.00 franchi): a quanto riferisce l'"Handelsblatt" l'autorità austriaca di sorveglianza dei mercati finanziari avrebbe aperto un'inchiesta nei confronti dei vertici del produttore di microchip e sensori in relazione a transazioni di Borsa dubbie nel quadro del rilevamento in corso del gruppo di illuminotecnica tedesco Osram. Male anche Bobst (-3,62% a 54.60 franchi) dopo un avvertimento sugli utili del primo semestre.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.