Navigation

Borsa svizzera chiude sotto la linea, SMI -0,54%

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 novembre 2011 - 17:50
(Keystone-ATS)

Sesta seduta consecutiva negativa per la borsa svizzera, trainata al ribasso da prese di guadagno sui titoli difensivi. In chiusura, l'indice SMI delle blue chip ha ceduto lo 0,54% a 5356,96 punti. Sul mercato allargato, l'SPI ha terminato a 4858,16 punti, in flessione dello 0,45%.

I volumi degli scambi sono rimasti contenuti: troppa infatti l'incertezza attorno al futuro dell'euro, sempre più minacciato dalla crisi del debito in Europa. La cancelliera tedesca Angela Merkel ha ribadito che l'emissione di eurobond non rappresenta la panacea dei mali che affliggono la moneta comune; la Germania non ne vuole sapere. Questa questione sta ormai dividendo l'Europa.

Questo scenario inquietante è rafforzato dal rallentamento economico in atto che non risparmierà la Svizzera. Tutti questi elementi, uniti alle turbolenze nel mondo arabo, condizionano gli investitori che preferiscono aspettare l'evolversi della situazione.

Dopo le "mazzate" dei giorni scorsi, i titoli bancari hanno chiuso in positivo, in quello che i broker hanno definito un rimbalzo tecnico. UBS è avanzata del 2,14% a 10.01 franchi, Credit Suisse dello 0,66% a 19,78 franchi e Julius Baer dello 0,13% a 31,03 franchi.

Il Credit Suisse ha deciso di integrare il comparto giuridicamente indipendente CS Private Advisors nell'unità Private Banking negli USA. Un portavoce dell'istituto ha confermato la notizia data dal sito online della "Neue Zürcher Zeitung".

Dopo i guadagni del mattino, gli assicurativi hanno invertito la direzione: ZFS ha ceduto lo 0,65% a 184,20 franchi e Swiss Re lo 0,52% a 43,97 franchi.

Hanno appesantito i listini Novartis (-1,65% a 47,80 franchi), Roche (-1,25% a 134,70 franchi) e Nestlé (-0,79% a 50,20 franchi). La multinazionale del settore alimentare vodese ha reso noto di voler ingrandire nel Regno unito la fabbrica di Nescafé Dolce Gusto investendo 110 milioni di sterline, ossia 157 milioni di franchi.

ABB ha guadagnato l'1,31% a 15,52 franchi, Adecco l'1,66% 35,53 franchi, mentre Holcim ha ceduto lo 0,65% a 47,26 franchi. Bene i titoli del lusso. Swatch è cresciuta dell'1,78% a 331,60 franchi e Richemont dell'1,89% a 44,63 franchi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?