Navigation

Borsa svizzera in positivo, male CS, bene Novartis

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 ottobre 2010 - 12:12
(Keystone-ATS)

ZURIGO - Mattinata in positivo per la borsa svizzera, pur senza acuti. Poco dopo le 11.30, l'indice SMI dei valori guida guadagnava lo 0,27% a 6494,94 punti. Sul mercato allargato, l'SPI avanzava dello 0,30% a 5764,01 punti.
Occhi puntati oggi su Credit Suisse e Novartis. Per quanto riguarda la seconda banca elvetica, il titolo perde il 3%. L'utile netto è crollato del 74% nel terzo trimestre dell'anno a 609 milioni di franchi, deludendo gli analisti che si attendevano in media 920 milioni. Tra gli altri bancari, UBS perde lo 0,23% e Julius Baer lo 0,13%. Quanto agli assicurativi, ZFS è in calo dello 0,59% e Swiss Re dello 0,52%.
Novartis contribuisce a sostenere il mercato: il titolo è in progressione dello 0,61%. Il gigante basilese ha chiuso i primi nove mesi con un utile netto di 7,7 miliardi di dollari (7,42 miliardi di franchi), in aumento del 26% rispetto a gennaio-settembre del 2009. La concorrente Roche risulta in calo dello 0,56%. Sempre nel comparto farmaceutico, Actelion è in flessione del 3,17%, dopo aver reso noto oggi risultati deludenti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?