Navigation

Borsa svizzera in territorio negativo, ricercato Credit Suisse

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 febbraio 2013 - 11:47
(Keystone-ATS)

Mattinata debole oggi alla Borsa svizzera. Poco prima delle 11.30, l'indice SMI dei titoli guida cedeva lo 0,41% a 7403,04 punti. Sul mercato allargato, l'SPI arretrava dello 0,36% a 6810,75 punti.

Osservate speciali oggi Credit Suisse e Swisscom. Il titolo del CS sale dell'1,93%: la grande banca ha chiuso l'esercizio 2012 con un utile netto di 1,48 miliardi di franchi, contro gli 1,95 miliardi dell'analogo periodo precedente.

L'azione dell'operatore telefonico scende dello 0,22%: Swisscom ha migliorato del 153,9% il suo utile netto passato da 694 milioni di franchi del 2011 a 1,76 miliardi di franchi nel 2012. Il fatturato della società controllata dalla Confederazione è stato di 11,38 miliardi in calo dello 0,7% su un anno.

Tra i bancari, Ubs è invariata, mentre Julius Baer avanza dello 0,14%. Tra gli assicurativi, Zurich Insurance cede l'1,31% e Swiss Re lo 0,71%. Appesantiscono i listini le vendite sui titoli difensivi. Novartis perde lo 0,32%, Roche l'1,09% e Nestlé lo 0,39%. Tra i pochi titoli in crescita spicca Givaudan, che guadagna il 3,60%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.