Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nel primo pomeriggio la Borsa svizzera si muove in territorio positivo. Poco dopo le 15.00 il listino principale SMI segnava 7'817.62 punti, in crescita dello 0,27%. L'indice allargato SPI era a quota 7'385.63 (+0,22%).

Stando agli operatori, prima delle discussioni della banca centrale americana, di quella britannica e di quella europea nonché di importanti dati congiunturali attesi dagli USA in settimana, gli investitori dovrebbero mostrarsi prudenti.

Fra i titoli guida bancari, l'UBS ha invertito tendenza e sale dello 0,17%. Proseguono in ribasso il Credit Suisse, che scende dello 0,55%, e la Julius Bär, in calo dello 0,38%. Domani UBS renderà noti i dettagli dei conti del secondo trimestre. Positivi invece gli assicurativi con Zurich che sale dello 0,40% e Swiss Re dello 0,34%.

Quanto ai pesi massimi difensivi, Nestlé guadagna lo 0,57%, spinta dai buoni dati trimestrali della concorrente francese Danone, Novartis lo 0,53%, mentre Roche è scivolata sotto la parità (-0,17%).

Contrastati i titoli più sensibili alle oscillazioni della congiuntura. ABB non registra variazioni, Adecco perde l'1,25%, Geberit sale dello 0,69% e Holcim scende dello 0,44%. Givaudan cresce dello 0,62%, favorita da un migliore giudizio da parte della Deutsche Bank. Nel comparto del lusso Richemont è di poco sotto la parità (-0,11%), Swatch Group avanza dello 0,55%.

Nel listino allargato Sika registra una progressione del 5,35%. I risultati trimestrali pubblicati stamane hanno sorpreso positivamente gli analisti, sia a livello di vendite sia di redditività.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS