Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Partita al ribasso sulla scia delle perdite registrate sui mercati asiatici, la Borsa svizzera ha decisamente virato in positivo verso metà mattinata. Alle 11.20, l'indice dei titoli guida guadagnava lo 0,93% a 6488,32 punti. Sul mercato allargato, l'indice SPI cresceva dello 0,87% a 5729,74 punti.
Sostengono i listini i titoli bancari, con UBS in recupero del 2,01% sulla chiusura di venerdì e il Credit Suisse del 3,27%, mentre Julius Baer cede lo 0,78%. Bene anche i titoli assicurativi, con ZFS in crescita dello 0,76%, Swiss Life del 2,51% e Swiss Re dell'1,11%.
Aiutano i listini anche i pesi massimi: Novartis guadagna l'1,04%, Roche lo 0,92% e Nestlé l'1,05%.
Tra i ciclici, ABB scende dell'1,33% dopo che stamane l'azienda ha comunicato di voler innalzare la sua partecipazione nella filiale indiana - ABB Limited India - dall'attuale 52% al 75% sborsando poco più di un milardo di franchi. Con questa operazione, ABB intende contribuire a lungo termine allo sviluppo della sua filiale.
Sul mercato allargato, Orascom Development Holding AG, società controllata dall'investitore egiziano Samih Sawiris, scende del 3,5% dopo che oggi la società ha indicato di aver chiuso il primo trimestre con un calo dell'utile netto del 16% a 23,42 milioni di franchi. Il giro d'affari ha registrato una contrazione dell'8% a 116,24 milioni.

SDA-ATS