Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Dopo un avvio in equilibrio, la borsa svizzera è presto scivolata in territorio negativo, trascinata dalla chiusura in perdita delle borse asiatiche, intimorite dai dati macro statunitensi diffusi ieri. Poco dopo le 11.10, l'indice dei titoli guida SMI perdeva lo 0,50% a 6305,85 punti. Sul mercato allargato, l'SPI arretrava dello 0,44% a 5584,8 punti.
Appesantiscono i listini le vendite sui titoli bancari e sui pesi massimi. UBS cede lo 0,83%, il Credit Suisse l'1,56% e Julius Baer l'1,07%. Roche è in calo dello 0,50%, Novartis dello 0,48% e Nestlé dello 0,29%. Tra gli assicurativi, ZFS è in flessione dello 0,32% e Swiss Re dell'1,06%.
Tra i titoli ciclici, dopo i rialzi di ieri, Adecco è in calo dello 0,98%. Holcim perde lo 0,64% e ABB lo 0,51%.
In controtendenza rispetto alla maggioranza dei titoli è Swatch, che sale del 2,96%, trascinando anche Richemont (+1,12%). L'azienda di Bienne ha pubblicato con due settimane d'anticipo i risultati semestrali, chiusisi con un utile netto di 465 milioni di franchi, il 54,5% in più dello stesso periodo del 2009. La ditta ha quindi approfittato appieno della ripresa. Gli analisti hanno sottolineato la qualità di questa prestazione. In particolare ha colpito la forte progressione della divisione orologi e gioielli.
A presentare i conti è stata anche Swisscom, che ha chiuso il primo semestre con un utile di 873 milioni di franchi, il 14,4% in meno dello stesso periodo del 2009. Sui conti ha pesato un accantonamento previsto per Fastweb, la filiale italiana coinvolta in un'inchiesta per riciclaggio e evasione dell'IVA. Sul fronte dei ricavi, nel periodo in rassegna Swisscom ha conseguito un fatturato di 5,95 miliardi (+0,5%).
Il giro d'affari di Swisscom è in linea con le attese, mentre per quanto riguarda l'utile gli analisti interrogati dall'agenzia AWP si aspettavano qualcosa di più. Il titolo perde l'1,39%.
Sul mercato allargato, Panalpina avanza del 5,9%, benché la società sia scivolata nelle cifre rosse nel secondo trimestre. Il gruppo basilese attivo nei trasporti e nella logistica ha subito una perdita di 93 milioni di franchi, contro l'utile di 15 milioni realizzato nello stesso periodo del 2009. Il giro d'affari è per contro aumentato da 1,71 a 2,29 miliardi, comunica oggi la società.
Il risultato negativo è dovuto ad accantonamenti per 128 milioni di franchi in vista di possibili multe negli Usa per violazione della normativa sui cartelli, fa sapere l'azienda. Il relativo procedimento dovrebbe concludersi nella seconda metà dell'anno.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS