Borsa svizzera sempre in territorio negativo anche nel pomeriggio. Verso le 15.30 l'indice dei valori guida SMI perdeva lo 0,15% a 8021,60 punti. Quello allargato SPI lo 0,10% a 7614,98 punti. Gli operatori parlano di una seduta letargica: i dati giunti dagli Stati Uniti sui prezzi alla produzione in agosto e le vendite al dettaglio sembrano non aver dato alcun impulso.

Negli USA i prezzi alla produzione in agosto sono saliti dello 0,3%. Al netto della componente alimentari ed energia i prezzi sono rimasti invariati. Gli analisti scommettevano su un aumento dello 0,2%. Quanto alle vendite al dettaglio, esse sono cresciute dello 0,2%. Al netto della componente auto l'aumento è dello 0,1%.

Sul listino principale, tra i titoli difensivi di peso sempre in positivo risulta Nestlé (+0,65%), mentre in calo restano Roche (-0,71%) e Novartis (-0,35%).

Contrastati i titoli assicurativi con Zurich che cede lo 0,42% e Swiss Re che progredisce dello 0,61% . Tra i bancari UBS cresce dello 0,05%, mentre in flessione sono Credit Suisse (-1,38%) e Julius Bär (-0,14%).

Tra i titoli più legati alla congiuntura perdite sono registrate da Holcim (-1,27%) seguita da ABB (-1,07%). Adecco e Geberit segnano invece un incremento rispettivamente dello 0,24% e dell'1,05%.

Sempre bene i titoli del lusso con Swatch Group in rialzo dello 0,62% e Richemont in crescita dell'1,15%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.