Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La borsa svizzera stenta a trovare un orientamento preciso: alle 11.20 l'indice dei valori guida SMI segnava 8954,89 punti, in flessione dello 0,12% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,11% a 9097,86 punti.

La propensione al rischio appare al momento scarsa, alla luce di due fattori di incertezza: la decisione sui tassi che sarà resa nota stasera dalla Federal Reserve americana e il perdurare della crisi greca.

I singoli titoli appaiono assai poco mossi: tutte le variazioni delle blue chip sono frazionali, con l'unica eccezione di Swatch (+1,11%). I valori dei vari comparti si presentano in ordine sparso, a cominciare da UBS (-0,10%), Credit Suisse (+0,63%), ABB (+0,43%) e Adecco (-0,27%). Anche i pesi massimi Nestlé (-0,36%), Novartis (+0,11%) e Roche (+0,19%) stentano a fornire segnali chiari al listino.

Nel mercato allargato gli occhi sono puntati su Orell Füssli (+0,18%) dopo l'annuncio dell'entrata di Veraison Capital quale grande azionista. Interesse anche su Helvetia (+0,19%): in un'intervista il CEO Stefan Loacker ha prospettato un aumento del dividendo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS