Tutte le notizie in breve

La borsa svizzera ha avviato le contrattazioni odierne in territorio positivo, con l'indice SMI dei titoli guida che dopo i primi scambi segna 8.321,40 punti, in progresso dello 0,11% rispetto a ieri, mentre l'indice complessivo SPI sale dello 0,09% a quota 9.088,49.

Avvio di seduta positivo anche per Milano (Ftse Mib +0,20% a 19.375 punti), Parigi (Cac +0,23% a 4.866 punti) e Francoforte (DAX +0,21% a 11.624,11 punti). Piatta invece Londra (Ftse -0,04% a 7.245 punti).

Le Borse asiatiche hanno chiuso stamane in ordine sparso dopo la performance incerta di Wall Street, ieri, e gli aggiornamenti della Fed sull'andamento dell'economia Usa, che ha continuato a espandersi anche se a un ritmo modesto.

La Borsa di Tokyo ha terminato gli scambi con l'indice di riferimento saldamente sopra quota 19.000, in scia alla svalutazione dello yen sul dollaro e in attesa dell'insediamento del presidente Usa eletto Donald Trump. Il Nikkei ha guadagnato lo 0,94% a quota 19.072,25, con un aumento di 177 punti.

Nel discorso di ieri la numero uno della Fed ha detto che l'economia statunitense è vicina alla massima occupazione, così come la stabilità dei prezzi, e ha lasciato intendere che i tassi d'interesse saranno aumentati gradualmente. Ieri il Dow Jones ha perso lo 0,11% a 19.804,72 punti, il Nasdaq è salito dello 0,31% a 5.555,66 punti, mentre lo S&P 500 è avanzato dello 0,18% a 2.271,88 punti.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve