Navigation

Borsa svizzera passa in territorio positivo

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 gennaio 2020 - 15:32
(Keystone-ATS)

La Borsa svizzera azzera le perdite accumulate nella mattinata, con l'indice SMI dei principali titoli che poco dopo le 15.20 segna 10'639,43 punti (+0,16%), mentre l'indice complessivo SPI si attesta a quota 12'872,53 (+0,12%).

Il cambio di rotta interviene dopo l'annuncio delle banche americane JPMorgan e Citigroup di aver conseguito un quarto trimestre sopra le attese degli analisti. I dati hanno spinto i due titoli nelle contrattazioni che precedono l'apertura di Wall Street.

Sulla piazza zurighese appaiono deboli il colosso dell'alimentare Nestlé (-0,15%) e il peso massimo difensivo Roche (-0,36%), mentre la concorrente Novartis avanza dello 0,26%.

Positivi i bancari: Credit Suisse guadagna lo 0,70%, mentre UBS sale più moderatamente dello 0,24%. Guadagna intanto vigore il segmento del lusso (Swatch +0,45%; Richemont +0,87%). Tra gli assicurativi allunga leggermente Zurich Insurance (+0,18%) e con più robustezza Swiss Life (+0,37%) e Swiss Re (+0,51 %). Tutti positivi i titoli ciclici, salvo ABB che lascia sul terreno lo 0,30%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.