Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Borsa svizzera perde terreno ma poi recupera

Dopo un avvio in positivo la Borsa svizzera ha perso terreno avvicinandosi alla linea di demarcazione per poi recuperare. Verso le 11.30 l'indice dei valori guida SMI guadagnava lo 0,30% a 8'898,68 punti e quello allargato SPI lo 0,31% a 10'500,54 punti.

"Questa settimana gli occhi dovrebbero restare puntati sull'Italia", dopo il taglio del rating sovrano italiano a Baa3 - un gradino sopra a 'junk (spazzatura) - da parte di Moody's, rilevano gli analisti di CMC Markets.

Sul listino principale Roche, che ha presentato nuovi dettagli su Tecentriq, farmaco indicato in monoterapia per il trattamento di pazienti adulti affetti da carcinoma polmonare, perde lo 0,43%. Novartis, nonostante l'omologazione in Svizzera della sua prima terapia genetica Kymriah contro due forme di tumore del sangue, cede lo 0,60%. Solo l'altro peso massimo difensivo Nestlé registra una crescita (+1,15%).

Per quanto riguarda i bancari, segnano una progressione superiore all'1% Julius Bär (+1,27%) e Credit Suisse (+1,06%). Poco discostato l'incremento di UBS (+0,90%).

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.