La Borsa svizzera appare piatta, con l'indice SMI dei titoli guida che a due ore dalla chiusura segna una flessione dello 0,03% a 8'792,73 punti, mentre l'indice complessivo SPI scende dello 0,02% a quota 10'391,44.

Al centro dell'attenzione oggi vi è Roche, che stamane ha annunciato sui primi nove mesi dell'anno un fatturato di 42,1 miliardi di franchi, in crescita del 7% su base annua. La performance è in linea con le previsioni degli analisti, ma il titolo - dopo una fiammata iniziale - ha cominciato a flettere e attualmente segna un calo dello 0,91%.

Più dinamica invece la concorrente Novartis (+0,90%), che presenterà i risultati aziendali domani, mentre poco ispirato appare il terzo peso massimo difensivo: Nestlé sta infatti cedendo lo 0,65%, dopo che la concorrente francese Danone ha pubblicato stamane i dati sul fatturato, in netto ripiegamento.

Tutti positivi i bancari, con Julius Bär (+0,55%%) che fa meglio di Credit Suisse (+0,45%) e di Ubs (+0,25%). Nello stesso comparto finanziario si muovono al rialzo gli assicurativi Zurich Insurance (+0,33%), Swiss Re (+0,56%) e Swiss Life (0,25%). Debole il segmento del lusso: Richemont perde lo 0,55% e Swatch lo 0,84%.

Tra i titoli ciclici più sensibili alle variazioni congiunturali salgono LafargeHolcim (+0,66%), Adecco (+0,08%) e Geberit (+0,63%). Cede viceversa terreno ABB (-0,38%). Lonza, in forte progressione ieri, avanza ulteriormente (+1,33%).

Sul mercato allargato Schindler, che oggi ha presentato un nuovo sistema robotizzato per l'installazione di ascensori, regredisce dello 0,09%.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Che cosa ne pensa di Swissinfo?

Sondaggio

Che cosa ne pensa di Swissinfo?

Che cosa ne pensa di Swissinfo?

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.