Dopo essere scivolato sotto la parità in mattinata, l'indice principale della Borsa svizzera è tornato in territorio positivo. Alle 15.10 l'SMI sale dello 0,44% a 9'621.67 punti, sui massimi di giornata.

Da parte sua il listino allargato SPI avanza dello 0,18% a 11'518.95 punti.

Tra le blue chip l'attenzione è rivolta soprattutto ad ABB (+6,17%), che ha comunicato oggi le dimissioni con effetto immediato del suo Ceo Ulrich Spiesshofer così come - a sorpresa - i risultati trimestrali. In forte progressione anche il lusso con Swatch che sale del 3,28% e Richemont del 2,80% sulla scia del Pil cinese del primo trimestre superiore alle attese, così come i bancari Credit Suisse (+2,40%) e UBS (+1,98%), Alcon (+1,47%), SGS (+1,26%) e Adecco (+1,02%).

Influenzano invece negativamente il listino i pesi massimi difensivi Novartis (-1,29%) e Nestlé (-0,58%). Quest'ultima presenterà domani i risultati trimestrali. Roche, che ha pubblicato oggi le cifre relative all'andamento degli affari nei primi tre mesi dell'anno, avanza per contro dello 0,15% in seguito a prese di beneficio.

In calo anche Lonza (-2,20%), Swisscom (-0,83%), che ha attivato oggi la sua rete 5G, e Givaudan (-0,35%).

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.