Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera riduce i guadagni con l'indice SMI dei principali titoli, che in fine di mattinata segna una progressione dello 0,26% a quota 9'382.83 , mentre l'indice complessivo SPI avanza dello 0,28% a 9'464,24 punti.

Al centro dell'attenzione il gigante della farmaceutica Novartis, che stamane ha annunciato utili trimestrali in calo del 6% a 2,3 miliardi di dollari, su un fatturato in contrazione del 7% a 11,94 miliardi di dollari.

La performance è di difficile interpretazione, in ragione della ristrutturazione del portafoglio delle attività. I dati superano comunque le attese degli analisti per quanto riguarda utile operativo e netto, mentre le cifre del fatturato sono inferiori alle aspettative.

Alcuni specialisti hanno fatto notare che i risultati del gruppo hanno beneficiato di effetti cosmetici, da collegare ai guadagni realizzati nella cessione di attività. Il titolo in borsa sta guadagnando l'1,70%: più modesta la progressione della concorrente Roche (+0,36%) e della società biotecnologica Actelion (+0,49%).

Il colosso dell'alimentare Nestlé sta avanzando dello 0,34% mentre appaiono in ordine sparso i bancari con Ubs che allunga il passo (+0,52%), così come Julius Bär (+0,69%), mentre scivola all'indietro Credit Suisse (-0,91%).

Nel segmento del lusso sono di segno negativo sia Swatch (-0,33%), sia Richemont (-0,48%), che ieri ha lanciato un avvertimento sugli utili. Non hanno quindi avuto effetto i dati relativi alle esportazioni trimestrali di orologi (+3,1%). Tutti deboli i titoli più esposti ai cicli congiunturali.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS