Navigation

Borsa svizzera resta positiva

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 giugno 2019 - 15:32
(Keystone-ATS)

Prosegue positiva la Borsa svizzera, anche se ha perso un po' di vigore nel primo pomeriggio con la diffusione del dato Usa sulla creazione di impieghi nel settore privato. Alle 15.20 l'SMI segna un +0,40% a 9'635.98 punti, l'SPI un +0,45% a 11'653.99 punti.

Secondo il sondaggio di Adp, in maggio sono stati creati 27.000 posti di lavoro. Si tratta della cifra più bassa dal marzo 2010. Il dato è anche inferiore alle attese degli analisti, che scommettevano su 170.000-185.000 posti. In aprile erano stati creati 271.000 impieghi. Stasera è prevista la pubblicazione del Beige Book della Federal Reserve.

Tra le blue chip sempre in forte progressione il lusso, con Richemont che segna un +2,68% e Swatch un +2,51%. In netto rialzo anche i ciclici Geberit (+1,38%) e LafargeHolcim (+1,31%); sviluppo un po' meno robusto invece per Adecco (+0,84%), Sika (+0,76%) e ABB (+0,53%). Tra gli altri titoli bene Givaudan (+0,83%), SGS (+0,75%) e UBS (+0,60%).

Pesano per contro sul listino Alcon (-1,15%), Swiss Re (-0,21%), Lonza (-0,03%) e soprattutto Novartis (-0,41%). Quanto agli altri due pesi massimi difensivi, Nestlé sale dello 0,57% e Roche dello 0,42%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo