Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Borsa svizzera rimane debole

La borsa svizzera rimane debole con l'indice SMI dei titoli guida che in fine di mattinata segna una flessione dell'1,05% a quota 7'877.73, mentre l'indice complessivo SPI arretra dello 0,90% a 8'211.53 punti .

L'attenzione stamane era puntata su Swiss Re, che ha annunciato di aver archiviato il 2015 con un utile di 4,6 miliardi di dollari, in rialzo del 31,3% su base annua. La performance è stata realizzata grazie a una forte progressione del risultato netto nel quarto trimestre. Gli investitori hanno però snobbato il titolo, dopo che la performance ha suscitato tra i commentatori giudizi contrastanti.

A fine mattinata l'azione Swiss Re risulta in flessione dell'1,82%. Negativa, nello stesso comparto, anche Zurich Insurance, che fa addirittura peggio (-2,39%).

Tutte le blue chip trascinano il listino verso il basso, con il colosso dell'alimentare Nestlé che arretra dello 0,77%. In parabola discendente anche i farmaceutici Roche (-1,31%) e Novartis (-0,74%), così come la società biotecnologica Actelion (-0,72%).

Non fanno meglio i bancari (Ubs -0,72%; Credit Suisse -1,35%; Julius Bär -1,13%) e molto fiacco appare pure il segmento del lusso (Swatch -2,24%; Richemont -1,54%).

Sul mercato allargato ha informato sui risultati aziendali Implenia (+1,85%). L'azione della banca EFG International, all'indomani dell'annuncio dell'acquisizione di BSI, è in arretramento dell'1,81%.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.