Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La borsa svizzera rimane debole con l'indice SMI dei titoli guida che in fine di mattinata segna una flessione dell'1,05% a quota 7'877.73, mentre l'indice complessivo SPI arretra dello 0,90% a 8'211.53 punti .

L'attenzione stamane era puntata su Swiss Re, che ha annunciato di aver archiviato il 2015 con un utile di 4,6 miliardi di dollari, in rialzo del 31,3% su base annua. La performance è stata realizzata grazie a una forte progressione del risultato netto nel quarto trimestre. Gli investitori hanno però snobbato il titolo, dopo che la performance ha suscitato tra i commentatori giudizi contrastanti.

A fine mattinata l'azione Swiss Re risulta in flessione dell'1,82%. Negativa, nello stesso comparto, anche Zurich Insurance, che fa addirittura peggio (-2,39%).

Tutte le blue chip trascinano il listino verso il basso, con il colosso dell'alimentare Nestlé che arretra dello 0,77%. In parabola discendente anche i farmaceutici Roche (-1,31%) e Novartis (-0,74%), così come la società biotecnologica Actelion (-0,72%).

Non fanno meglio i bancari (Ubs -0,72%; Credit Suisse -1,35%; Julius Bär -1,13%) e molto fiacco appare pure il segmento del lusso (Swatch -2,24%; Richemont -1,54%).

Sul mercato allargato ha informato sui risultati aziendali Implenia (+1,85%). L'azione della banca EFG International, all'indomani dell'annuncio dell'acquisizione di BSI, è in arretramento dell'1,81%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS