Navigation

Borsa svizzera rimane orientata al rialzo

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 maggio 2012 - 11:40
(Keystone-ATS)

La borsa svizzera rimane orientata al rialzo, con l'indice SMI dei titoli guida che verso le 11.30 segna 5'873.94 punti, in progressione dello 0,37%, mentre l'indice complessivo SPI sale dello 0,29% a quota 5'483.82.

I listini sono influenzati positivamente della chiusura al rialzo di New York e Tokyo, in attesa di conoscere il dato sulla fiducia dei consumatori americani a maggio, che gli analisti prevedono invariato rispetto al mese precedente.

Destano comunque ancora preoccupazione le difficoltà dell'eurozona e i rischi legati a un'eventuale uscita della Grecia dalla moneta unica, senza contare che stamane il titolo Bankia è stato sospeso alla borsa di Madrid dopo indiscrezioni secondo cui l'istituto si appresterebbe a chiedere al governo spagnolo aiuti per oltre 15 miliardi di euro.

In perdita di velocità risultano UBS (-0,44%) e Credit Suisse (-0,77%), mentre Julius Bär si mantiene sopra la soglia di parità (+0,16%). Tra gli assicurativi Zurich Insurance rimane stabile (+0,05%), mentre Swiss Re progredisce dell'1,37%. Positivi pure i "pesi massimi" Nestlé (+0,27%), Novartis (+0,75%) e Roche (+0,26%).

Syngenta, che stamane ha affermato di aver risolto una disputa giuridica negli Stati Uniti relativa all'erbicida Atrazin, progredisce dello 0,23%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?