Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera sale leggermente in fine di mattinata con l'indice SMI dei principali titoli che poco prima di mezzogiorno segna un incremento dello 0,22% a 9'027,14 punti, mentre l'indice complessivo SPI avanza dello 0,16% a quota 10'263,61.

In rosso i bancari, già deboli ieri, con UBS che cede l'1,15%, Credit Suisse l'1,34% e Julius Bär lo 0,49%. Sostengono invece i listini i pesi massimi difensivi: Roche e Novartis, tra i farmaceutici, allungano rispettivamente dello 0,19% e dello 0,13%; il colosso dell'alimentare Nestlé segna una progressione dello 0,79%.

Tra i valori ciclici più sensibili alle variazioni congiunturali solo Geberit si mantiene a galla (+0,67%), mentre tra gli assicurativi l'unica a rimanere sopra della soglia della parità è Zurich Insurance (+0,35%). LafargeHolcim, che domani lancia un programma di riacquisto di azioni per un importo massimo di un miliardo di franchi, arretra dello 0,17%.

Sul mercato allargato gli ordini di acquisto riguardano in particolare Meyer Burger, che stamane ha annunciato due commesse in Asia per un ammontare complessivo di 80 milioni di franchi. Il titolo in borsa sta progredendo del 3,88%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS