Navigation

Borsa svizzera sempre in rosso

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 febbraio 2012 - 15:30
(Keystone-ATS)

La borsa svizzera continua ad operare in territorio negativo, con un volume di scambi debole e in un'atmosfera che risente delle incertezze relative al piano di aiuti alla Grecia.

Verso le 15.20 l'indice SMI dei titoli guida segna una flessione dello 0,86% a 6'183,98 punti, mentre l'indice complessivo SPI arretra dello 0,84% a 5'601,11 punti.

Deboli i bancari: UBS cede il 2,35%, Credit Suisse l'1,79% e Julius Bär l'1,55%. Perdono terreno anche i pesi massimi Nestlé (-0,27%), Novartis (-0,48%) e soprattutto Roche (-1,42%). Tra le blue chip solo Syngenta (+1,80%) è di segno positivo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?