Seduta in territorio negativo per la Borsa svizzera, con l'indice SMI dei titoli guida che in fine di mattinata segna una flessione dello 0,51% a 8'504.48 punti, mentre l'indice complessivo SPI arretra dello 0,57% a quota 8'416.47.

Sul mercato pesano le tensioni dopo l'abbattimento del Boeing 777 della Malaysia Airlines nei cieli dell'Ucraina, destinato a mettere ulteriormente in crisi i rapporti tra la Russia e l'Occidente. In considerazione del clima di incertezza gli investitori si mostrano prudenti in una giornata peraltro priva di spunti particolari.

Tutte le blue chip sono di segno negativo, ad eccezione di Swisscom che rimane ferma sulla quotazioni di ieri, e le perdite maggiori vengono fatte segnare da SGS (-2,03%) dopo i deludenti risultati semestrali annunciati ieri.

Molto deboli anche i titoli più esposti alle variazioni congiunturali, in particolare Adecco che sta perdendo l'1,97%. Meno pesanti i cedimenti dei difensivi Nestlé (-0,29%), Novartis (-0,31%) e Roche (-0,53%).

Tra i bancari UBS arretra dello 0,90%, Credit Suisse dello 0,42% e Julius Bär dello 0,22%. Swatch nel segmento del lusso perde lo 0,97%, dopo che ieri sono circolate indiscrezioni secondo cui il gruppo avrebbe guadagnato nel primo semestre di quest'anno meno del corrispondente periodo del 2013.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.