Navigation

Borsa svizzera sempre positiva

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 febbraio 2012 - 11:56
(Keystone-ATS)

Mattinata positiva, sebbene marcata da una certa cautela, per la borsa svizzera. Verso le 11.30, l'indice SMI delle blue chip guadagnava lo 0,16% a 6227,41 punti. Sul mercato allargato, l'SPI avanzava dello 0,24% a 5645,93 punti.

Come Zurigo, anche le principali piazze europee attendono lo sblocco della crisi greca e la concessione ad Atene dell'agognato finanziamento dopo che il parlamento ellenico ha votato ulteriori misure d'austerità.

Ad approfittare del clima moderatamente ottimista sono le banche, col Credit Suisse in crescita del 2,47% e UBS dello 0,84%. In controtendenza invece Julius Baer, che cede l'1,62%. Tra gli assicurativi, ZFS avanza dello 0,21% e Swiss Re dello 0,75%.

Contrastati i titoli difensivi. Nestlé - ieri molto ricercata dopo i buoni risultati 2011 - cresce dello 0,27%. Novartis perde lo 0,38% e Roche lo 0,18%.

Tra i ciclici, ABB cede lo 0,68%, mentre Adecco avanza dell'1,14%. Holcim mette a segno un +2,68%. Questa azione approfitta dei risultati trimestrali migliori del previsto pubblicati oggi dal concorrente francese Lafarge.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?