Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Prosegue il buon momento della borsa svizzera, con gli indici che stamane hanno toccato quota 8'544 punti, il massimo da gennaio. Alle 11.30, l'indice SMI dei titoli guida avanzava dello 0,43% a 8493,77 punti. L'indice completo SPI segnava una crescita dello 0,41% a 8241,66 punti.

Stando agli analisti, all'origine della crescita vi è la fiducia nella ripresa dell'economia mondiale. Nel pomeriggio sono attesi dati macro dagli Stati Uniti che dovrebbero confermare la ripresa in corso.

Nel listino principale, Nestlé cresce dell'1,73%, mentre Novartis cede lo 0,13% e Roche lo 0,30%. Tra i bancari, UBS è poco mossa (+0,05%) così come il Credit Suisse (+0,07%). Fa meglio Julius Baer: +0,44%.

Tra gli assicurativi, Zurich avanza dello 0,44% e Swiss Re dello 0,48%. In crescita anche i titoli ciclici come ABB (+0,30%), Holcim (0,67%), Adecco (+0,74%). Tonici i titoli del lusso, con Swatch in salita dell'1,19% e Richemont dello 0,64%.

Sul mercato allargato, l'assicuratore Vaudoise cede lo 0,19%. Il gruppo ha realizzato lo scorso anno un utile netto di 126,4 milioni di franchi, in rialzo del 3,4% rispetto all'esercizio precedente. In progressione, nella stessa misura, pure il risultato ordinario prima delle imposte, che si è attestato a 152,8 milioni.

SDA-ATS