Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La borsa svizzera si mantiene saldamente in rialzo anche nel pomeriggio. Alle 15.00 l'indice dei valori guida SMI segnava 8367,32 punti (+0,45% rispetto a ieri), mentre il listino globale SPI era in crescita dello 0,43% a 8278,82 punti.

Il mercato sta incassando senza eccessivi problemi il dato relativo alle vendite in dettaglio negli Usa in luglio, risultato inferiore alle previsioni. Confrontati con risultati aziendali positivi, gli investitori sembrano meno apprensivi riguardo ai rischi geopolitici tuttora esistenti, come peraltro testimoniato anche dal calo dell'indice di volatilità.

Sul fronte interno in evidenza rimangono i bancari UBS (+1,15%) - favorita da un commento di Morgan Stanley - e Credit Suisse (+1,11%), più tonici di Julius Bär (+0,46%). Non hanno un orientamento unitario gli assicurativi Swiss Re (-0,07%) e Zurich (+0,60%).

Acquisti sono segnalati anche sui valori maggiormente dipendenti dalla congiuntura come ABB (+0,29%), Geberit (+0,43%) - Goldman Sachs ha aumentato l'obiettivo di corso dopo i semestrali - e Holcim (+0,64%), mentre stenta a decollare Adecco (-0,08%). Una volta ancora splende il sole sul segmento del lusso, con Swatch a +0,64% e Richemont a +0,46%. Quasi perfettamente in linea con il listino sono i pesi massimi difensivi Nestlé (+0,36%), Novartis (+0,45%) e Roche (+0,42%).

Nel mercato allargato buona accoglienza per i risultati semestrali di Swiss Life (+6,44%), rivelatisi superiori alle attese. Hanno informato sull'andamento degli affari anche Schindler (-2,04%), Valiant (+0,37%), SFS (+2,50%), Tecan (-1,82%) e Conzzeta (+0,28%). Sugli scudi Nobel Biocare (+4,33%), che beneficia di una raccomandazione di Credit Suisse.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS