Navigation

Borsa svizzera sotto la parità

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 dicembre 2019 - 15:33
(Keystone-ATS)

Dopo essersi mantenuti complessivamente sopra la parità stamattina, i listini della Borsa svizzera hanno cominciato a oscillare attorno alla linea di demarcazione e alle 15.20 si muovono ormai chiaramente in negativo. L'SMI segna un -0,16% a 10'389.14 punti.

Da parte sua l'SPI cede lo 0,13% a 12'566.24 punti.

Dopo la Banca nazionale svizzera stamani, nel primo pomeriggio anche la banca centrale europea - come previsto - non ha modificato la sua politica monetaria.

Tra le blue chip in forte rialzo Credit Suisse (+1,37%). Trainano invece al ribasso il listino i pesi massimi difensivi: Nestlé perde lo 0,37%, Novartis lo 0,42% e Roche lo 0,69%. Senza chiara direzione i ciclici, gli assicurativi e il lusso.

Nel mercato allargato Clariant sale dell'1,31% grazie a un commento positivo di Baader Helvea e al miglioramento della raccomandazione da parte di una banca estera. Da parte sua Molecular Partners sale del 4,00% in occasione della giornata degli investitori.

Schmolz+Bickenbach cede invece il 3,00%, ma il titolo è negoziato senza il diritto di sottoscrizione: oggi inizia infatti il periodo di sottoscrizione per il previsto aumento di capitale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.