Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ancora una giornata positiva per la Borsa svizzera, con l'indice SMI che ha terminato in crescita dello 0,99% a 8414,83 punti, dopo aver toccato nel corso del primo pomeriggio gli 8487,61 punti.

Ad eccezione di Julius Baer (-0,38% a 44,80 franchi), Transocean (-0,78% a 10,15 franchi) e Richemont (-0,15% a 65,45 franchi), tutti gli altri titoli inseriti nel listino principale sono risultati in progressione.

Su tutti Geberit, in salita del 4,01% a 340,10 franchi. Nel 2015, il fatturato netto dello specialista sangallese di tecniche sanitarie è aumentato del 24,2%, a 2,6 miliardi di franchi. Questo dato si situa nella fascia alta delle previsioni formulate dagli analisti.

In espansione i bancari, con UBS in progressione dello 0,51% a 17,66 franchi e Credit Suisse dello 0,20% a 19,84 franchi. Molto meglio hanno fatto gli assicurativi, con Zurich che ha guadagnato l'1,11% a 255,60 franchi e Swiss Re l'1,47% a 96,60 franchi.

Robusta crescita anche per i titoli difensivi: Roche è salita dello 0,87% a 266,40 franchi, Novartis dell'1,16% a 82,85 franchi e Nestlé dell'1,11% a 72,60 franchi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS