Navigation

Borsa svizzera termina in ribasso, SMI -1,37%

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 settembre 2011 - 18:30
(Keystone-ATS)

La Borsa svizzera si è mossa chiaramente al di sotto della parità durante tutta la seduta. L'indice SMI dei titoli guida ha chiuso a 5531,74 punti, in calo dell'1,37%. L'indice allargato SPI ha terminato la giornata a quota 5006,46 (-1,47%).

Alcuni dati congiunturali americani hanno avuto scarso influsso sui mercati. La spesa personale ad agosto ha segnato un rialzo mensile dello 0,2%, in linea con le stime. I redditi hanno invece registrato un calo dello 0,1%, la prima flessione da ottobre del 2009, contro attese di un +0,1%. L'indice di fiducia dei consumatori americani, misurato dall'Università del Michigan, è salito a settembre a 59,4 da 55,7. Il dato è superiore alle stime. L'indice dei responsabili degli acquisti di Chicago è cresciuto in settembre a 60,4 da 56,5 di agosto. Il dato supera le attese degli analisti. Wall Street è stata trascinata al ribasso da dati macroeconomici deludenti provenienti dalla Cina, hanno indicato gli operatori.

Sotto pressione a Zurigo i bancari e i titoli del lusso. Sui primi hanno avuto un impatto negativo speculazioni circa la possibilità che la Deutsche Bank riduca le previsioni sugli utili, hanno riferito i broker. L'UBS è in discesa del 6,73% (a 10,54 franchi), il Credit Suisse del 3,85% (a 24,00 franchi) e la Julius Bär del 2,94% (a 30,70 franchi). Fra gli assicurativi, Zurich Financial ha perso l'1,70% (a 191,00 franchi), Swiss Re il 2,70% (a 42,52 franchi).

Richemont è arretrata del 5,23% (a 40,95 franchi), Swatch Group del 6,98% (a 302,30 franchi). Stando agli operatori, il settore del lusso ha risentito dei timori sulla tenuta del mercato cinese e del peggioramento del giudizio dei titoli Swatch da parte di una banca britannica.

Tra i titoli industriali più sensibili alle oscillazioni congiunturali, ABB ha lasciato sul terreno il 3,25% (a 15,77 franchi), Adecco il 6,17% (a 36,17 franchi). Holcim, in positivo in giornata, ha limitato il ribasso allo 0,61% (a 48,70 franchi), sulla scia di una valutazione positiva espressa dalla Banca cantonale di Zurigo.

Quanto ai titoli difensivi di peso, Nestlé è in discesa dello 0,20% (a 50,10 franchi), Novartis non ha registrato variazioni (50,80 franchi), mentre Roche è salita dello 0,48% (a 147,10 franchi). Ha chiuso in territorio positivo anche Givaudan (+0,07% a 711,00 franchi).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?