Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo un'apertura in rialzo, la Borsa svizzera ha perso via via terreno fino a scendere al di sotto della linea di demarcazione nel pomeriggio, in seguito alla frenata del Pil Usa nel primo trimestre peggiore delle attese.

Verso le 15:45 l'indice dei valori guida SMI cedeva lo 0,72% a 9'193,38 punti e quello allargato SPI lo 0,60% a 9'303,07 punti.

Nel pomeriggio è stato reso noto che l'economia americana rallenta e cresce nel primo trimestre solo dello 0,2%, dopo il +2,2% degli ultimi tre mesi del 2014. Il dato è sotto le attese degli analisti, che scommettevano su un aumento dell'1%. A pesare sulla crescita il rallentamento delle esportazioni, il calo dei prezzi del petrolio e la riduzione degli investimenti.

Tra le blue chip, solo quattro i titoli in positivo: CS Group (+0,08%), SGS (+0,48%), Swatch Goup (+1,25%) e Swisscom (+1,36%).

I titoli bancari UBS e Julius Bär cedono rispettivamente lo 0,10% e lo 0,30%. Quanto agli assicurativi Zurich scende dello 0,24% e Swiss Re dello 0,06%.

Tra i pesi massimi difensivi, le maggiori perdite vengono segnate da Nestlé (-1,47%) e da Novartis (-1,26%). Roche è in flessione dello 0,73%.

ABB, che oggi ha pubblicato i risultati trimestrali, lascia sul terreno lo 0,28%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS