La Borsa svizzera è scivolata nel primo pomeriggio sotto la soglia della parità, con il listino principale SMI che verso le 15.15 si attesta a 8'452.79 punti (-0,25%), mentre l'indice complessivo SPI scende dello 0,16% a quota 8'366.50.

Mentre continuano le preoccupazioni per la tenuta del sistema finanziario in Portogallo - dopo la crisi che ha investito il Banco Espirito Santo, il principale istituto del Paese - i titoli bancari, ieri fortemente penalizzati, hanno tentato in mattinata il rimbalzo, che è stato però di breve durata: UBS sta perdendo lo 0,43%, Credit Suisse lo 0,28% e Julius Bär lo 0,58%.

Debole i difensivi: Nestlé lascia sul terreno lo 0,29%, Novartis lo 0,38% e Roche lo 0,27%. Sul mercato allargato stamane hanno reso i risultati semestrali Ems-Chemie (+2,47%) e Bossard (+5,53%).

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.