Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo un'apertura in ribasso la borsa svizzera ha velocemente virato in positivo: alle 11.25 l'indice dei valori guida SMI segnava 8809,81 punti, in progressione dello 0,81% rispetto a venerdì, mentre il listino globale SPI guadagnava lo 0,70% a 8978,24 punti.

Archiviata la decisione della Federal Reserve di confermare la sua politica monetaria, il toto-tassi è ripartito: quando arriverà la stretta - si chiedono gli investitori - già quest'anno o solo nel 2016? "Dopo la Fed è prima della Fed", commentano insomma gli analisti di Credit Suisse. Alla luce dell'incertezza di fondo la volatilità dei mercati rischia di rimanere elevata: tanto più che sullo sfondo rimangono le incognite congiunturali, a partire da quelle relative alla Cina.

Sul fronte interno gli occhi sono puntati su Zurich (-1,26%), che a sorpresa ha annunciato la rinuncia ad acquisire l'inglese RSA, una decisione legata alle perdite nel settore danni. I commentatori prendono atto con favore dell'abbandono dei progetti di fusione, ma l'azione soffre per l'avvertimento sugli utili. Nello stesso segmento assicurativo il sole spende per contro su Swiss Re (+1,25%).

In ordine sparso si presentano i bancari UBS (+0,27%), Credit Suisse (-0,40%) e Julius Bär (+0,04%): quest'ultimo istituto ha fatto sapere di aver concluso il processo di integrazione delle attività internazionali di gestione patrimoniale di Merrill-Lynch.

Ben orientata è la gran parte dei valori maggiormente sensibili alla congiuntura come ABB (+0,91%), Adecco (+0,76%), Geberit (+0,59%), mentre si smarca LafargeHolcim (-0,53%). Forniscono un importante traino del listino i pesi massimi Nestlé (+1,02%), Novartis (+1,07%) e Roche (+1,36%).

Nel mercato allargato sotto pressione risulta Gottex (-10,75%), dopo semestrali deludenti. In evidenza per contro Temenos (+5,15%), grazie all'acquisizione di nuovi clienti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS